h1

L’affetto materno: arma fondamentale contro lo stress

4 ottobre 2010

Secondo un recente studio dell’università La Sapienza di Roma e dell’Associazione italiana contro lo stress, tensione, ansia, irritabilità, sbalzi di umore sono un problema dei nostri tempi, tanto che solo in Italia colpisce sette persone su dieci. Da tempo la scienza si chiede quale sia il modo migliore per combatterlo e oggi un nuovo studio, pubblicato sul Journal of Epidemiology and Community Health, torna sul tema e tira in ballo la mamma. Secondo i ricercatori, la capacità di resistere allo stress da adulti è legata alla quantità di carezze e di affetto ricevute nei primi mesi di vita. Insomma, le coccole sono un’arma fondamentale per divenire adulti capaci di resistere alle tensioni quotidiane, per essere più sicuri di sè e meno ansiosi e ostili. Per arrivare a questi risultati Joanna Maselko, della Duke University in North Carolina, ha selezionato 482 bambini e li ha seguiti nella crescita fino all’età di 34 anni. Gli psicologi hanno valutato il grado di affettività e di attaccamento materno a otto mesi di vita, poi a distanza di anni, hanno misurato il livello di salute psicologica di questi figli ormai divenuti adulti. Così è emerso che i bambini che hanno ricevuto più affetto dalla madre sono adulti sicuri e forti, capaci di vincere gli stress della vita. Tali soggetti mostrano livelli di ansia e ostilità fino a sette punti inferiori a quelli mostrati dai loro coetanei le cui mamme non hanno instaurato coi figli ancora in fasce un legame altrettanto affettuoso. Va detto però che le coccole materne a nulla servono dove l’ex bambino, ormai diventato adulto, soccombe a stili di vita malsani. Fumo e alcool, cattiva alimentazione, disturbi del sonno, sono tutti fattori che contribuiscono a stressare il fisico, così anche se la mamma ce l’ha messa tutta, può vincere la frenesia della quotidianità.

Annunci

2 commenti

  1. interessante, quindi coccole per tutti….!!!!


  2. bellissimo, interessante. come operatrice socio sanitaria lo condivido pienamente!
    macome donna, di 50 anni che ha amato i suoi genitori tantissimo. da cui ha avuto tantissimo, che da ormai oltre 10 anni, non ci sono piu, che per anni ho assistito perchè molto malati. non ho ancora elaborato la loro morte, e mi mancano tantissimo!!!
    cosa devo, rispondere? se c’è qualcuno che ha voglia di rispondermi….



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...