h1

Depressione in gravidanza

7 febbraio 2011

La gravidanza  è spesso presentata come uno dei momenti più felici della vita di una donna, ma per molte, invece, rappresenta un momento di confusione, paura, tristezza, stress, e persino depressione. E’ noto che le donne hanno una probabilità due volte maggiore di soffrire di depressione, rispetto agli uomini e questa sensibilità non muta certo durante la gravidanza.

Infatti, circa il 10-20% delle donne durante la gravidanza  lotta contro alcuni sintomi di depressione, circa un quarto, se non addirittura la metà soffre di una vera e propria depressione che nasce proprio dalla gravidanza. Mentre la maggioranza delle donne tende ad adattarsi con successo ai cambiamenti associati alla gravidanza e alla maternità, quasi il 20% delle donne va incontro ad un disturbo dell’umore

Sintomi

Non è semplice distinguere tra i sintomi della depressione e i cambiamenti che incorrono durante la gravidanza, soprattutto nel primo e nell’ultimo trimestre, come tristezza, attacchi di pianto, bassa stima di sé, mancanza di speranza e incapacità di divertirsi nelle attività normali, affaticamento, difficoltà di dormire,  disturbi nell’appetito, problemi nella concentrazione, cambiamenti nella libido, oscillazioni emozionali, pensieri ossessivi e sentimenti di colpa o di disperazione. Tutto questo rende difficile la diagnosi di depressione.

Alcuni dei sintomi della depressione ed i normali segni della gravidanza e della maternità si sovrappongono. I sintomi della depressione prenatale solitamente compaiono tutti i giorni per almeno due settimane.

Le madri depresse rischiano anche, più delle altre, di avere un parto prematuro.

La depressione non trattata durante la gravidanza è associata ad una più alta incidenza di aborto, morte intrauterina del feto, parto prematuro, restrizione della crescita intrauterina, e basso peso alla nascita.

Dopo la nascita, i neonati hanno livelli più alti degli ormoni dello stress (così come le loro madri durante la gravidanza) e livelli più bassi di neurotrasmettitori che migliorano l’umore. Sono più irritabili, meno animati e attenti, dormono meno regolarmente.

Le cause della depressione durante la gravidanza non sono ancora chiari: certamente i livelli e le fluttuazioni ormonali possano svolgere un ruolo importante nell’insorgenza della malattia.

Terapia

Trascurare la depressione prenatale può avere delle conseguenze gravi. Non solo sulla madre, ma anche sul corso della gravidanza, sulla salute del feto e sullo sviluppo del bambino.

Nei casi di depressione lieve o moderata, la sola psicoterapia può risultare utile. Nei casi moderati-gravi, può essere necessario per un breve periodo l’uso di farmaci antidepressivi.
Tuttavia studi hanno dimostrato che l’esposizione ad alcuni farmaci solitamente usati per contrastare lo stato depressivo, nella fase tardiva della gravidanza, è associata a complicanze di breve periodo nei neonati, tra cui il distress respiratorio lieve, irritabilità, problemi di alimentazione, rischio di difetti cardiaci per il feto, itterizia e convulsioni.

Inoltre i farmaci hanno sempre effetti collaterali più o meno gravi: si può  andare incontro a nausea, sonnolenza, affaticamento, ridotto desiderio sessuale, cefalea, aumento o perdita di peso, ed agitazione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...