h1

L’ansia del mattino

7 febbraio 2011

 

 L’ansia del mattino è una forma particolare di crisi di ansia.

L’ansia è una complessa combinazione di emozioni negative che includono timore eccessivo, apprensione e preoccupazione, ed è spesso accompagnata da sensazioni fisiche come palpitazioni, dolori al petto e/o respiro corto.L’ansia mattutina, cioè quell’ansia che ci prende appena aperti gli occhi, oltre a seminare inquietudine e insicurezza provoca una stanchezza profonda. A questa spesso è correlata una sensazione di pessimismo, sintomo di uno stato di depressione latente, che non deve essere sottovalutato.

Essa si può manifestare in due modi precisi ed è accompagnata da una sintomatologia specifica.
L’ansia mattutina è tra le più invasive e può presentarsi in due modi:

1) Ansia che si affaccia subito dopo avere aperto gli occhi, mentre si è ancora a letto. Essa si manifesta con uno stato di tensione di tutto il corpo e con palpitazioni che scattano appena ci rendiamo conto che la notte è finita e che una nuova giornata sta per iniziare.

2) Ansia che appare dopo alcune decine di minuti dalla sveglia, con uno stato di inquietudine man mano crescente fino a diventare una spiacevole sensazione di oppressione toracica.

In entrambe le espressioni di ansia mattutina, tutti gli impegni diventano difficili. Attenzione e concentrazione sono scadenti, l’entusiasmo è basso e prevale il pessimismo. Possono comparire anche alcuni sintomi, tipicamente connessi con l’ansia mattutina: colite, cefalea, crampi allo stomaco, dolore cervicale, senso di sbandamento. Ma la caratteristica prevalente di quest’ansia è la stanchezza profonda che si presenta fin già da metà mattina, causata dall’elevato consumo energetico prodotto dalla stessa ansia. Sul piano psicologico invece è come se mancasse un “filtro”: ci sentiamo esposti agli impegni della giornata come se fossero pericolosi o troppo pesanti da sopportare.

Come si manifesta?

– Stanchezza dovuta a impegni eccessivi senza possibilità di recupero immediato
– Troppe responsabilità, oppure troppi tempi vuoti e insensati
– Disordine nello stile di vita o incapacità organizzativa
– Disinteresse per le attività da svolgere
– Ambiente di lavoro sentito come ostile
– Forti aspettative proprie o altrui
– Calo nel rendimento professionale
– Nervosismo, irritabilità e scarsa qualità relazionale
– Fretta costante e senso di angosciosa imminenza

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...