h1

L’ansia serale

11 febbraio 2011

Molti di noi vivono le varie fasi della giornata con stati d’animo differenti. Si tratta di un fenomeno naturale che però si acuisce in presenza di alcuni disagi psichici. C’è ad esempio una forma d’ansia che si manifesta solo con l’arrivo della sera. Mentre gli impegni del giorno tengono l’ansia in uno stato latente,  la sera, specialmente d’autunno e d’inverno, si fa sentire come una sottile inquietudine,  un angoscia sottile e continua, attraverso la comparsa di pensieri pessimistici e preoccupazioni infondate oppure una malinconia struggente, una certa tensione muscolare, palpitazioni, senso di peso al torace. Il tutto diventa più fastidioso dopo cena.

Chi soffre di questo tipo di ansia, solitamente, è una persona che si sente viva solo in stato di attività o  che si identifica troppo con il proprio lavoro. Spesso siamo di fronte a persone con un indole apprensiva, persone che vivono sole (specie se anziane) o che praticano poca attività fisica e sociale.
Perché?

Molte delle cause più comuni sono legate a difficoltà a rilassarsi, a mollare il controllo, ad un eccesso di energie fisiche e creative non utilizzate durante il giorno.  Altre volte siamo di fronte ad ansie più profonde come conflittualità irrisolte con eventi  passati (anche molto remoti) o all’analogia inconscia fra l’arrivo del buio e paure rimosse (dell’ignoto, della morte, del buio…).

I consigli della nonna

Pochi e semplici accorgimenti possono aiutare a gestire quest’ansia come , per esempio, praticare dell’ attività fisica (stancandoti di più toglierai una quota di energia all’ansia serale, dimezzandola) oppure cambiando le giornate (per “migliorare la sera” bisogna cambiare qualcosa di giorno: lavora con minor velocità, prenditi qualche pausa in più, inserisci qualche momento piacevole) o le serate (cerca un’attività serale piacevole così impari a sfruttare la sera e a non subirla). Se tutto questo non basta forse è il caso di prendere in considerazione l’idea di fare una terapia affrontando alla radice il problema. Magari la soluzione è semplice e veloce, ma ti serve qualcuno che ti aiuti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...