h1

E’ la volta dei parenti!

27 luglio 2011

Quando sposate qualcuno sposate il suo passato, le sue radici, e naturalmente i suoi parenti!

All’inizio la famiglia sarà una piacevole curiosità da scoprire, un funzionale cambiamento rispetto alla vostra… Quello zio strano che se fosse vostro vi farebbe morire dalla vergogna; la nonna che racconta sempre storie sull’infanzia della vostra metà; la zia fattucchiera che, leggendoti la mano dice che siete fatti l’uno per l’altra, che avrete tanti figli e che vivrete felici e contenti per tutta la vita, mentendo, naturalmente, al solo scopo di piazzare il nipotino; il fratello scapolo che si è fatto cinque cameriere, tre colf e sette badanti, obbligando tutti a cambiarle continuamente, etc.

Ma il vero fulcro di tutto sono i genitori!

Il suocero. Per le ragazze di solito i suoceri sono delle chicche. Essi tendono ad essere generalmente ben disposti verso le giovani donne, gli ricordano la gioventù! E sarà un buon amico se glielo permettete, perché sostanzialmente gli state facendo un favore: gli state togliendo e forse per sempre la mosca dalla pappa! Guardiamo la situazione dal suo punto di vista. Ha lavorato sodo e a lungo, ogni centesimo guadagnato sembra essere scomparso nelle fauci del figlio e non gli è mai stato permesso di trasformare la sua cameretta in un salottino perché “quella stanza serve nel caso dovesse tornare il figliuol prodigo”. Finalmente il leone reclama il suo spazio dopo tanti anni di attesa e voi potete avere suo figlio.. con gioia.

Per i ragazzi il suocero è un pasticcio. Cosa vi fa pensare che siete adatti a sposare sua figlia, anzi a proporre di sposare sua figlia? Non c’è bisogno che facciate alterare il vostro albero genealogico e non pensate neppure che le carte di credito possano aiutarvi: chiunque voi siate non sarete mai all’altezza fino in fondo! Qualunque siano le vostre credenziali, le vostre intenzioni sono disonorevoli: voi state per strappare questa bambina dal seno della sua famiglia. State per sottometterla a riti selvaggi di iniziazione come la spesa al supermercato, anche a tarda sera, recuperare calzini spaiati in lavatrice e nel resto della casa, qualche volta la sgriderete.. e poi ci sarà il parto! Il papà preferirebbe che foste voi a sottoporvi ad un importante intervento chirurgico!

Ma dopo qualche anno di matrimonio con sua figlia,  il suo atteggiamento cambierà. Penserà a voi come ad un uomo sposato, avrete la sua simpatia e la sua comprensione. Avete sposato la sua “principessa” ma si renderà conto di cosa ne è venuto fuori!

La suocera. Le donne occupano un posto di comando nelle famiglie medie occidentali. La madre di un uomo è un bell’impiccio. Nessuno lo conosce bene come lei: l’ha cresciuto, gli ha dato la vita e per causa sua non potrà mai più farsi vedere da nessuno in costume da bagno! Non l’ha allattato, fasciato e pulito la sua cacchina? Ha mai smesso? Lui ha certamente le sue colpe. Ma perché cercare dei difetti in qualcuno così perfetto? Ecco qui una donna che meglio di tutti potrà dirvi che l’uomo che state sposando digrigna i denti, si scaccola il naso sul divano, non fa il bidet a meno che non lo si costringa… e invece non vi dice niente. Se questo non è Edipo!

Con il passare del tempo ci potrà essere un addolcimento, ma non vi perdonerà mai che il suo bambino sia magro come un chiodo, ma potrà scegliere di sorridere e sopportare per il suo bene. Dividerà qualche piccolo segreto con voi, tesori come la prima letterina, il primo giorno di scuola, ma non di più. Questo è il massimo dell’intimità che vi permetterà. Infondo siete un’altra donna, da cui guardarsi le spalle, una donna giovane, in agguato e affamata di potere. Dato un centimetro, chi può dirlo, voi potreste prendere tutto il metro e ottanta del figlio.

Ma senza la madre della moglie, dove sarebbero tutti gli scrittori umoristici?

Quale che siano i fatti, la madre della sposa è ritenuta colpevole fino a prova contraria!

Ha la memoria di un elefante, l’occhio di un falco, l’allegro modo di comportarsi di un varano malese! Il suo terrore è entrato nel folklore popolare.

Cugini, zii, nonni, cognati, il mondo è pieno di gente strana. La famiglia di lui e la famiglia di lei non hanno certo l’esclusiva in quanto ad antipatia! Anche se qualche volta sembra così. Ma la famiglia è la famiglia. Non ti sentirai mai più solo…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...