Archive for settembre 2011

h1

Il bacino: tra integrazione e appartenenza

26 settembre 2011

 

“Le curve dei tuoi fianchi sono come monili, opera di mani d’artista. Il tuo ombelico è una coppa rotonda che non manca mai di vino drogato. Il tuo ventre è un mucchio di grano, circondato da gigli.” (Cantico dei Cantici)

Il bacino rappresenta il nostro centro a livello fisico (baricentro), simbolico ed emotivo. Possiamo immaginarlo come il fulcro dove le energie del cielo (yang) e della terra (yin) si incontrano. Possiamo considerarlo luogo di origine delle nostre pulsioni più istintuali. Read the rest of this entry ?

h1

Lei & Lui

19 settembre 2011

 

LEI

Patata, fessa, sorca, patacca, borsa, scodella, vagina, chitarrina, fru fru, passera, gnocca, bernarda, filippa ecc. sono solo alcuni dei nomignoli che designano il sesso femminile. Si conta che in Italia ne esistano 595 varianti, che manifestano spesso lo sgomento ed l’ammirazione per esso, ma evidenziano anche l’avversione e, perché no, la paura per le donne, utilizzando termini poco piacevoli. Read the rest of this entry ?

h1

Bambini: cibo e solitudine

12 settembre 2011

 

Non sempre l’infanzia è un momento idilliaco: ognuno di noi ha una sua storia da raccontare. Quello che, però, è certo è che si tratta di un periodo molto particolare per lo sviluppo affettivo dell’essere umano. Se non vissuto con la giusta emotività, può arrecare dei danni al benessere psico-fisico dell’adultoPaura, difficoltà nei rapporto con i genitori, solitudine, senso di inadeguatezza possono ingenerare disturbi alimentari.

In particolare, secondo i dati di uno studio del King’s College di Londra, una cattiva emotività del bambino può tradursi nella tendenza all’obesità. Questo è un disturbo per il quale si mangia anche senza fame provocando delle gravi conseguenze sulla salute, come patologie cardiache, sovrappeso cronico, depressione o ipertensione e non è solo collegata a cattive abitudini alimentari ma anche a fattori psicologici. Read the rest of this entry ?

h1

Primo giorno di scuola

12 settembre 2011

 

Una poco lieta costatazione: le amatissime vacanze estive sono finite. E’ tempo di tornare ognuno ai proprio impegni e per i più giovani: il primo giorno di scuola.

Così i nostri ragazzi iniziano a essere stressati, ansiosi, agitati. “Oggi come 40 anni fa il ritorno a scuola può essere fonte di preoccupazione, ma la minaccia non è più quella di un castigo -conferma Gustavo Pietropolli Charmet, psichiatra esperto di adolescenti – Il timore per ragazzi è di fare brutta figura con i compagni sulla passerella della scuola e di deludere le aspettative dei genitori che vogliono ragazzi di successo. Non si tratta più di una paura etica, ma di una paura estetica, non legata al sentimento di colpa, ma a quello di vergogna”. In altre parole, la paura è quella di non essere accettati, di essere etichettati come dei loser (perdenti), di non avere successo, di essere giudicati e di non riuscire a soddisfare le aspettative dei compagni di classe, dei docenti e, soprattutto, dei genitori.

Read the rest of this entry ?

h1

7 minuti di differenza

12 settembre 2011

Questa è imperdibile:  il Journal of Experimental and Social Psychology ha pubblicato una ricerca condotta da alcuni psicologi Olandesi, che hanno sottoposto a dei test un campione di maschi eterosessuali, dimostrando così che…l’uomo si rincitrullisce estasiato dinanzi alla bellezza femminile in 7 minuti. Read the rest of this entry ?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: